Breve riflessione sullo sviluppo della birra

L’orzo è stato il primo cereale che le prime popolazioni non più nomadi della celebre Mezzaluna Fertile hanno iniziato a coltivare. Conseguentemente possiamo immaginare che la scoperta della fermentazione dei chicchi d’orzo masticati e le seguenti valutazioni, evoluzioni e collaudi di una bevanda da esso derivata, siano state ... non tanto tra le prime, ma di sicuro tra le più gioiose trasformazioni alimentari avvenute nelle abitazioni delle popolazioni “civilizzate”. Esprimiamo a proposito la non volontà di dichiararla "Prima bevanda alcolica creata", poichè lo sviluppo delle bevande fermentate è stato accertato in molte aree del Mondo, senza dare una precisa datazione sulla nascita delle inebrianti bevande. Difatto alcuni fermentati di frutta, tuberi, miele e altri cereali diversi dall'orzo sono tuttora emblema della cultura gastronomica dei Paesi d'origine, o dove tali bevande hanno riscosso ampio successo. Alcuni esempi sono il sakè giapponese dalla fermentazione del riso, il kwas (o kwass) russo da sostanze amidacee e zuccherine, e il sidro di mele che ha dato fama mondiale alla Contea del Devonshire (UK).

 

La birra nel corso dei secoli è stata incensata come bevanda salutare e allo stesso tempo descritta come diabolica pozione. È stata salario, dono alle divinità, cibo quotidiano, e bevanda dei faraoni nell’Aldilà.
Una straordinaria moltitudine di significati per una bevanda così semplice e povera, significati che la innalzano a celato e discreto fondamento della civiltà umana.

  

Molti ed assai profondi sono stati i cambiamenti nei modi di produzione della birra dacché, nel Medioevo, le donne la preparavano nelle loro cucine. Ai determinanti progressi tecnologici introdotti dalla Rivoluzione Industriale nel XIX secolo, sono susseguite incessanti innovazioni che hanno fatto della birra una della industrie più vaste e moderne, e che recentemente ha portato molti curiosi consumatori alla ricerca di produzioni elitarie, speciali ed artigianali.